E la trolley-saga continua

Ridge

Che c’entra Ridge? Niente, solo a dire che ‘sta soap del trolley sta diventando meglio di Beautiful. Breve sunto delle puntate precedenti:
1: per un incomprensibile fenomeno di generazione spontanea che nemmeno Francesco Redi potrebbe spiegare si sparge all’improvviso la notizia che a Venezia potranno fra poco circolare solo trolley con minipneumatici gonfiabili.
2: il mondo si divide in due, da una parte quelli che si sbudellano dal ridere, dall’altra i terrorizzati in procinto di partire per la laguna, che telefonano agli alberghi chiedendo se per accedere devono rifarsi il parco valigie.
3: il commissario Zappalorto nega che la sua amministrazione abbia mai pensato una cosa del genere. Il quotidiano locale, che aveva dato gran rilievo alla notizia, non gode a far la figura di chi si inventa le cose e risponde con piccate parole.
Nella puntata odierna Zappalorto ci ha ripensato, ma con una sagace variazione. Niente valigie coi pneumatici, non siamo mica matti, ma carrelli portavaligie con ruote omologate da piazzare nei pressi di stazione e piazzale Roma, cosicché il turista in arrivo possa servirsene, caricarci il trolley e percorrere Venezia su morbide ruote.
Ciascuno portabagagli di se stesso, quindi.
Saranno obbligatori, ma gratis o a pagamento? Der Kommissar non lo dice ma l’approccio veneziano alla mungitura del turista non fa sperare in direzione del gratuito. Di sicuro Zappalorto ha già evidenziato che i portatrolley potranno essere fregiati di spazi pubblicitari, che porteranno sghei alla municipalità.
Come verranno risolti i problemi (cito a caso i primi che mi vengono in mente) delle molteplici dimensioni dei trolley, del dover caricare anche questi nuovi aggeggi sui già intasati vaporetti, del dove stoccarli a migliaia nei terminal di arrivo e del come gestirne presa, conservazione e restituzione, al momento non si sa. Ma sono dettagli, noi aspettiamo fiduciosi la prossima puntata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Il paese dei polli, Venezia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a E la trolley-saga continua

  1. gabrilu ha detto:

    Certo che ce ne vuole di fantasia, eh.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...