Ancora coi piedi a mollo

DSCF4751

Sembra che stasera ci risparmiamo l’acqua alta. Almeno, non sono arrivati sms di allerta e le sirene, mi pare, non hanno suonato. Ieri, invece, e anche giovedì abbiamo messo i piedi a mollo – e non è una cosa molto normale per la fine di maggio. Anzi, siccome non succede mai le passerelle vengono tolte ad aprile e così chi è stato colto di sorpresa questa volta si è dovuto arrangiare come ha potuto.
I preparativi per l’apertura della Biennale (pochi giorni, poi la rumba comincia) sono quest’anno un corpo a corpo con la primavera più fredda e piovosa degli ultimi, dicono, trecento anni. Io, che a maggio solitamente inalbero il vessillo dell’estate trionfante, comincio un po’ ad inquietarmi: ho bisogno di sole e di caldo ma se continua così tocca tornare ad accendere il riscaldamento.
Persino la fioritura del gelsomino (o presunto tale) ai Giardini della Biennale si sta sprecando fra questi temporali e questa bora gelida: i fiori ci sono ma talmente malconci che non ho avuto cuore di fotografarli. E quanto al profumo, con il vento che tira chi lo sente?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Venezia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ancora coi piedi a mollo

  1. Stagione nefasta per tutte le fioriture!!! grrrrrr

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...