Acqua alta

20130211- 143

Ci stiamo preparando a una lunga notte. Venezia è sotto la neve da questa mattina, prima fine poi sempre più grossa e violenta, accompagnata da un vento che ci faceva sembrare tutti, noi che arrancavamo per strada, profughi della Siberia.
Da qualche ora la neve si è trasformata in pioggia, che si porta via piano piano i pochi centimetri che si erano accumulati. Attese perché preannunciate dagli sms del centro maree sono arrivate le sirene: quattro note, significa 140 cm. Era già molto, moltissimo ma nemmeno mezzora dopo è arrivato un nuovo sms: previsti 160 cm a mezzanotte e trenta, a Chioggia saranno probabilmente 20 cm di più. A mia memoria è la prima volta che le previsioni azzardano cifre del genere. Già oggi pomeriggio negozi, bar e persino l’ufficio postale erano in subbuglio: si alzava tutto da terra, si mettevano sedie e poltrone a gambe in su sui tavoli.
Siamo niente nelle mani della natura. Funzionerà mai il MoSe, se mai riusciranno a finirlo? Chissà, intanto le bocche di porto sventrate dal cantiere infinito fanno entrare tutto senza alcuna difesa. E noi stiamo qui, per ora coi piedi a mollo, fra qualche anno probabilmente con l’acqua alle ginocchia e poi all’ombelico. Mentre quelli là, gli strateghi della difesa e dello sviluppo, staranno ancora a discutere, a buttar soldi e a intascarsene altrettanti.
E che gliene fotte, a loro, se Venezia muore? Quando avranno finito di spremerla come un limone potrà anche andare a fondo, coi suoi quattro sassi. Loro di sicuro avranno molti altri posti dove andare a godersi il bottino.

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in Il paese dei polli, Venezia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...