Fiorin fiorello

Non è ancora mezzanotte, quindi tecnicamente sono perfettamente in tempo per fare gli auguri di compleanno a un vecio marantego acido e malmostoso, già grasso inquartato e sformato dalla crapula ma oggi tornato agli antichi splendori con un crudele esercizio di autodisciplina. Non ho fatto calcoli del tipo se arrivo per ultimo mi si nota di più: semplicemente sono stato in missione tutt’oggi e torno appena adesso all’ovile.
Questa deliziosa piantina – di cui il festeggiato in oggetto conoscerà sicuramente, al contrario di me, il nome scientifico e tutta la bibliografia disponibile da Linneo in qua – è arrivata alla Winckelmannhaus due anni fa: erano due bastoncini in croce, in un vasino che pareva un ditale. Non solo è cresciuta in maniera sorprendente ma quest’anno ha deciso di salutare la primavera con questa deliziosa spruzzata di fiori gialli. Anche se non coltivo, come quello là, rose antiche della Pomerania, ho ugualmente le mie piccole soddisfazioni botaniche.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Boh?. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Fiorin fiorello

  1. Con molto ritardo leggo questi auguri: come sai emozionarmi tu, pochi uomini ci riescono…:-)
    Sai bene che caotico e poco sistematico come sono, non posso essere appassionato di tassonomia e quindi non ho idea di che pianta sia, ma mi piace molto e te la invidio.

  2. mosco ha detto:

    Euphorbia tirucalli?
    (auguri ohdio!)

    • winckelmann ha detto:

      No, almeno a guardare le foto su Google di quell’Euphorbia lì direi che la mia è diversa. E’ fatta come a segmenti, lunghi più o meno tutti uguali e incastrati uno sull’altro. Fra l’altro i fiori si stanno aprendo in questi giorni e molti stanno passando dal giallo carico al rosso. Una piccola meraviglia.

  3. alex ha detto:

    ma si …e’ certamente un esemplare (un po minuto forse dalle condizioni ambientali) di EUPHORBIA TIRUCALLI, che se esposta al sole diretto e all’aria aperta (solo durante la bella stagione) si sviluppa e ramifica in maniera diversa, producendo delle infiorescenze apicali dapprima gialle e poi rosse! Vuoi un consiglio: rinvasala (usa un vaso esclusivamente di terracotta) non di tanto piu’ grande del precedente e aggiungi terriccio “PIANTE GRASSE” e fornisci una volta al mese un ottimo fertilizzante sempre specifico x piante grasse!!!! e ….fammi sapere

  4. alex ha detto:

    Caro il mio vecchio WINCKELMANN, le passioni che coltivo e nutro sono molte…..le piu’ esternate al prossimo sono si la Cinofilia e il Giardinaggio. E ti diro’ di piu’….anche l’arte della “buona cucina” mi prende moltissimo. Quindi fatti vivo e chiedimi qualche consiglio per un “buon piatto” succulento!
    Tornando alla tua Euphorbia, aspetta che sfiorisca e cercando di non “disfare” la zolla con l’apparato radicale, puoi benissimo e senza traumi per entrambi, rinvasarla. Un ultimo avvertimento, non esporla dopo la suddetta “operazione”in pieno sole…aspetta almeno una settimana.ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...