Trenitalia ha perso un bottone

Chissà se sono il primo che si è accorto che dal sito restylingizzato dell’orario FS è sparito un bottone.
E’ quello che si chiamava Tutte le soluzioni e appariva in calce ai risultati della ricerca. Serviva a chiamare fuori tutte le soluzioni sul tragitto ricercato, ovvero anche quelle che comprendevano l’uso esclusivo di Regionali e Regionali veloci, che non apparivano mai nella prima schermata, fra le soluzioni amorevolmente consigliate da quella manica di ladri delle FS.
Si trattava di un escamotage fondamentalmente disonesto, ma che almeno offriva una possibilità. Adesso invece il bottone non c’è più, per cui chi deve fare un viaggio che comprende più tratte e non vuole farsi spennare sulle Frecce, o sa che deve con santa pazienza fare ricerca su una tratta per volta oppure dell’esistenza dei regionali non ha neppure contezza. Lo dico tanto perché si sappia in giro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Il paese dei polli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Trenitalia ha perso un bottone

  1. marcoboh ha detto:

    è un po’ come la truffa dei prezzi mini sui frecciarossa roma-milano: i biglietti a nove euro praticamente non esistono. o meglio, esistono (mio fratello ne ha trovati due, e lui usa le frecce spessissimo e prenota con largo anticipo) ma devono essere così pochi che spariscono immediatamente.

    • winckelmann ha detto:

      mini prezzi con mini disponibilità, tutto conforme. comunque, fatto sparire il bottone probabilmente il prossimo passo sarà far sparire i treni del trasporto locale. oggi ho viaggiato su una tradotta affollata come un carro bestiame, tormentato da un finestrino rotto tenuto chiuso da un cuneo di legno che ogni cinque minuti cedeva costringendoci a complicate manovre per rimetterlo in opera. la chiusura delle porte della carrozza, invece, funzionava talmente bene che alle fermate ci volevano due persone per aprirle.

  2. fausto ha detto:

    Direi che non ci possiamo meravigliare: tutto in linea con quello che ci siamo goduti in questi anni. La cosa che mi infastidisce di più è il fatto che non potrò comunque mai realisticamente permettermi di usare l’alta velocità che ho pagato.

  3. apierri ha detto:

    Reblogged this on trenodopotreno and commented:
    grazie

  4. Principe Kamar ha detto:

    Se per questo trovo stupido il fatto di dover fare più biglietti per un’unica tratta, quando in precedenza bastava farne uno solo. Se poi a questo aggiungiamo che se ci sono tratte intermedie non toccate dall’alta velocità non puoi permetterti il lusso di fare, per le tratte in questione, il biglietto con largo anticipo ma solo qualche giorno prima o sul momento; grazie che ho smesso di prendere trenitalia da un pezzo e mi sono dirottato sui pullman a lunga percorrenza, più economici e paradossalmente più veloci delle soluzioni offerte da trenitalia.

    • winckelmann ha detto:

      Ci vuole anche poco ad essere più economici e veloci di quelli lì. Ragionavo oggi che un biglietto di sola andata per andare a trovare mia mamma costa adesso esattamente il doppio di quanto costava, quando ero studente, l’abbonamento mensile sullo stesso percorso.
      Che uno dice: gli anni, la svalutazione, l’euro, e poi però pensa che per fare da lì a qui Trenitalia ci mette oggi mezzora in più di quanto ci mettevano le Ferrovie dello Stato nel 1978, che i treni sono se possibile più scalcinati di allora, che i viaggiatori sono aumentati in maniera esponenziale e che al 98% di loro che ci siano le Frecce (bianche, rosse, indaco o pervinca) non gliene fa un emerito baffo.

  5. Lorenzo ha detto:

    Il sito di trenitalia è una merda. I regionali sono scomparsi. Ma per ora possiamo fregarlo.

    Dal sito di trenitalia, da un po’ di tempo è scomparsa l’opzione: tutte le soluzioni, che permetteva di scegliere anche i treni regionali (e pagarie quindii circa un terzo rispetto alle frecce). Quello di mettere un pulsantino piccolo per l’opzione era già un triste espediente ai limiti della vergogna. Ed ora queste persone piccole e tristi hanno definitivamente eliminato anche il pulsante. Se vuoi acquistare un biglietto online devi viaggiare sulle frecce.
    A meno che non li freghiamo: Io mi sono inventato questo e funziona. Io domani devo andare a Vicenza all’inaugurazione del Mercatino Dell’ukulele, quindi ho provato le singole tratte, e per fortuna ho sbagliato: ho messo Lucca – Prato e tra le opzioni di prato per sbaglio ho selezionato “Prato Alla Drava Winnbach”. Io non so nemmeno cosa significhi “Prato Alla Drava Winnbach” ma per qualche ragione è selezionabile e mi è andata di lusso perchè naturalmente il sito non ha trovato soluzioni. E a quel punto, la schermata di nessuna soluzione trovata mi è parsa familiare: è il vecchio sito!
    A quel punto basta cambiare le destinazioni di andata e ritorno su quella schermata (nel mio caso lucca – vicenza) e finirete sul vecchio sito nel quale è ancora presente la nostra salvezza, l’ultimo baluardo dei bottocini TUTTE LE SOLUZIONI. E finalmente ho trovato il mio biglietto lucca – vicenza a 21,75 € Contro il sito ufficiale che mi diceva: BIGLIETTI A PARTIRE DA 61,00 €. Spero che Questo post vi sia utile. Fatelo girare più che potete. Non so per quanto funzionerà, immagino che appena se ne accorgeranno si inventeranno qualcos’altro per dirottarci sulle LUSSUOSISSIME FRECCE.
    Vi chiedo solo due cose: 1) usate Lucca – “Prato Alla Drava Winnbach” per ottenere la pagina di impossibile, così, come gesto d’affetto. E, se potete, date un ascolto al mio nuovo album in prossima uscita su http://ukulollo.com/
    Spero un giorno di fare un live a Prato Alla Drava Winnbach. Anche se probabilmente ci dovrò arrivare in macchina!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...