Sono solo canzonette

L’Italia è uno strano paese. Ne esci per pochi giorni e quando torni la trovi sconvolta da una doppia rivelazione: Lucio Dalla era così, e poi era anche un genio.
Sull’era così quello che mi ha stupito è che ancora il velo stesse in piedi, visto che già ai tempi in cui ero universitario (tanti, oh quanti anni fa!) a Bologna lo sapevano anche i sampietrini di Piazza Maggiore. Ma di questo mi frega poco. E’ la questione del genio che mi perplime: non è per fare lo snob o per tirarmela fuori misura, ma mi pare che in un paese che, per quanto di merda, ha prodotto Michelangelo e Leonardo, Manzoni e Rossini, dare del genio a Lucio Dalla sia un po’ come paragonare a un Tiepolo una vignetta di Topolino.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Il paese dei polli e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Sono solo canzonette

  1. marcoboh ha detto:

    era un genio perché era un fedele fan della chiesa cattolica. tant’è che la medesima chiesa cattolica è riuscita a far passare lucciole per lanterne.
    sicché le beghine diranno che era tanto bravo su ordine della curia, neanche immaginando che era frocio.
    sì, così bravo da non aver nemmeno fatto testamento in favore di quel poveraccio del compagno, cornuto e mazziato.
    ma verrebbe dire peggio per lui: mettersi con uno come dalla è proprio da coglioni.
    e scusate il turpiloquio.
    p.s.-dato che non credo all’adilà, non credo nemmeno nella regola che dei morti non si parla mai male.

  2. mosco ha detto:

    e a me stupisce, e molto, che delle preferenze sessuali di Dalla se ne debba ancora parlare. Chi facendo lo scandalizzato chi il meravigliato, chi il tollerante ipocrita, chi l’indignato chi l’aperto progressista… Non dovrebbe essere una notizia: era quel che voleva e non sono, il caso di dirlo, cazzi nostri. Occorre mica sottolineare che Tizio e Caio sono eterosessuali, o no?

    Di questa storia mi meraviglia molto di più il fatto che un compagno/a non abbia, ancora!, nessun diritto, come non esistesse.
    (e che quel babbeo, sapendolo, non abbia fatto testamento! bell’egoista)

    Ne abbiamo ancora di strada da fare…

    (ben tornato, Winkel! 😉 )

    • winckelmann ha detto:

      Eh si, abbiamo ancora tanta strada da fare in questa ipocrita nazioncina. Sottoscrivo tutto, due volte quello che sta fra parentesi.
      E grazie per il bentornato… ma allora si nota quando non ci sono???????????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...