Il grande freddo

Qualche immagine di questo freddo inverno senza neve. Il ghiaccio in Canal di Cannaregio e ancor più in Canal Grande è un’esperienza rara: a mia memoria è la prima volta che lo vedo. Non ci si cammina certo sopra come si racconta che succedesse nel ’29 (in Romagna: l’àn dé nivòn) ma è comunque uno strano spettacolo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Venezia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Il grande freddo

  1. mosco ha detto:

    nel… peta che penso… inverno 1996-97(97-98?) mi pare si sia ghiacciata in parte la laguna. Abitavo al lido ai tempi, in un piano interrato, e tornando una domenica sera trovai casa con 20 cm di acqua: si erano spaccati i tubi della tizia del piano sopra e hanno avuto tutto il fine settimana per esondarmi in camera da letto.

    Fu un incubo! A maggio avevo ancora sui muri macchie di muffa grandi come padelle che mi guardavano torve quando entravo in casa. Fu allora che per fortunissima trovai a Venezia: una rinascita 🙂

    Freddo becco, appunto.

    • winckelmann ha detto:

      Avevo visto ghiaccio in laguna anche una mattina di gennaio del 2005. Era forse anche più spesso di questo ma tutto sul lato nord della città, fra le Fondamente Nove e San Michele. In questi giorni invece ghiacciano anche i canali interni, e questo si che è per me uno spettacolo nuovo.

  2. tiziana ha detto:

    Stamattina stavo appunto per chiederti se mettevi delle foto di Venezia ,sul blog. Ma mi hai preceduto. : )
    A dire il vero me la immaginavo sommersa dalla neve,più o meno come stiamo noi quaggiù in Irpinia.
    Stamattina nevicava ancora e il paesaggio montagnoso che si vede qui intorno è quasi identico al famoso quadro dei cacciatori del mio adoratissimo Brugel. Considerando l’assenza di macchine in circolazione e il silenzio,sembra di stare in un altro mondo,letteralmente. E non mi dispiace per niente.

  3. Anche io aspettavo le foto: in tv han fatto vedere sia la laguna di Venezia che quella di Grado, davvero suggestive.

  4. Roberto Michilli ha detto:

    Gentile signore,
    sono capitato per la prima volta sul suo blog diversi mesi fa, nel corso di una ricerca in Rete sull’Onegin. Ho scoperto così il video con Sergei Lemeshev. Da allora leggo con regolarità i suoi post, sia qui sia
    sul Cavaliere della rosa perché, oltre che brillanti e sempre di grande interesse, sono scritti magnificamente e suscitano in chi li legge una forte simpatia per il loro autore. Ho approfittato degli arresti domiciliari ai quali mi costringono le abbondanti nevicate di questi giorni per fare un po’ di manutenzione al mio blog (larmegliamori.wordpress.com), e così mi sono preso la libertà di inserire un collegamento al suo nel blogroll. Spero non le dispiaccia.
    Le mando un cordiale saluto da Teramo e le auguro ogni bene.
    Roberto Michilli.

    • winckelmann ha detto:

      Sono quasi imbarazzato da quel “sono scritti magnificamente”… vorrei tanto che potesse leggerlo la mia prof di italiano del liceo. Sono sicuro che direbbe: “lo sapevo che avresti imparato anche tu”.
      Grazie per l’apprezzamento e grazie per il link naturalmente, che ricambierò appena avrò un minuto. Alla prossima visita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...