Fallimenti

Era veramente divenuto un gioco, alla Rocca, volere o disvolere morire, in quell’estate del quarantasei, nella camera sette bis, dove ero giunto da molto lontano, con un lobo di polmone sconciato dalla fame e dal freddo, dopo essermi trascinata dietro, di stazione in stazione, con le dita aggranchite sul ferro della maniglia, una cassetta militare, minuscola bara d’abete per i miei vent’anni dai garretti recisi. Non avevo altro bagaglio, né vi era dentro gran che: un pugno di ricordi secchi, e una rivoltella scarica fra due libri, e le lettere di una donna che ormai divorava la calce, fra Bismantova e il Cusna, sotto un cespuglio di fiori che avevo sentito chiamare aquilegie…

A pagina quattro mi arrendo.
Ma lo metto lì, magari fra una quarantina d’anni ci riprovo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri, dischi, film e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Fallimenti

  1. Claudio Gatti ha detto:

    Sì l’ho fatto anche io, ma sentendomi così inadeguato (invece con Proust e Joyce me ne sono fregato e basta).

  2. Isidoro ha detto:

    Io l’ho letto un paio di volte, e mi era addirittura piaciuto, ma son passati piu’ di vent’anni.

  3. winckelmann ha detto:

    Io non metto mica in dubbio che sia un grande libro, sono io quello impari alla situazione…

  4. Ipofrigio ha detto:

    L’avevo letto forse vent’anni fa trovandone la lingua discutibilmente ripicchiata.

    Gli anni sono trascorsi e ci hanno lasciato i Paolo Nori, i Cannibali, e questo e quella, morale della favola: l’ho appena riletto e mi è parso, non dirò un capolavoro, ma se non altro il lavoro di uno scrittore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...