L’uovo 2, la vendetta

La prima puntata della saga dell’uovo è qui.
Adesso che i lavori sembrano quasi finiti, che le impalcature un po’ alla volta se ne vanno mentre i denti rossi applicati alla fiancata del ponte aspettano l’uovo di Mork che viene da Ork, adesso che le torrette anch’esse rosse che serviranno alla partenza e all’arrivo dell’uovo sono state montate, adesso sembra che tutti si accorgano che l’intera storia è una scemenza di dimensioni colossali, che nessuno userà mai questo aggeggio e che se il ponte è una barriera architettonica, il vaporetto che parte e arriva proprio lì sotto è il mezzo più pratico ed economico per superarla.
Ha cominciato l’ex assessore D’Agostino a dire che non gli piace, seguito a ruota dal nostro prossimo sovrintendente Sgarbi, che col suo consueto stile da pecoraio ha dato degli imbecilli a tutti. Tolto il tappo, tutti strillano che è una porcheria, che non si aveva da fare, che sono soldi buttati e così via. Solo che ormai indietro non si torna, se non altro perchè fino a quando non aboliranno anche questa c’è pur sempre una Corte dei Conti a cui va data ragione dei soldi buttati. Soldi, non so se è chiara l’idea, nostri.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Venezia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a L’uovo 2, la vendetta

  1. giovanni ha detto:

    A quanto pare il progetto iniziale di quello che stanno facendo, lo ha riportato il gazzettino di venezia venerdì 11-06-2010 presentando un’intervista con giovanni parise, l’ideatore dell’ovovia.
    sembra che quello che stanno facendo sia una terribile brutta copia di quanto presentato nel progetto presentato e approvato inizialmente dal comune, lo hanno semplificato, ridotto in maniera drastica, utilizzato molte parti fatte dalla P-M-P srl, che per inciso è in causa con la cignoni!
    ora utlizzano queste parti che alla P-M-P non sono state pagate, la P-M-P faceva tutto per 644.000,00 euro.
    leggete bene, attualmente, utilizzando parti non pagate, progetti non pagati, ecc si sfiorano i 1.500.000,00 euro, INCREDIBILE e va tutto bene?

  2. marcoboh ha detto:

    boh, io penso che questi marchingegni sono alla fine solo il contentino che ottengono le associazioni dei disabili non allo scopo di tutelare i disabili stessi, ma di dare visibilità a chi le presiede.
    tra qualche anno, inutilizzato, l’uovo verrà smantellato per evitare che al primo utilizzo cada in acqua.

  3. Rosa ha detto:

    A proposito di papocchi in terra veneziana…
    Ti segnalo questo orrore, in caso ti fosse sfuggito…

    http://www.corriere.it/politica/10_giugno_16/brunetta_plenipotenziario_b2bc1d34-7908-11df-ad02-00144f02aabe.shtml

    Che orrore!!!
    (scusa l’OT)

  4. Pingback: L’uovo a Pasqua « winckelmann in venedig

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...