Ma mi faccia il piacere!

totòalgiroCi mancava solo questa: Venezia candidata a ospitare le olimpiadi. Dopo averla svenduta in tutte le maniere, dopo averla intasata di turisti-polli da spennare, ripulire, trattar peggio possibile e rimandare a casa in fretta, dopo aver affittato le facciate di chiese e palazzi per coprirle di squallidi cartelloni pubblicitari, dopo aver lasciato morire il mercato di Rialto permettendo la sua sostituzione con un deprimente bazar di carabattole per gonzi, dopo aver lasciato che negozi, librerie, farmacie chiudessero per essere rimpiazzati da pizzerie al taglio e gelaterie, dopo aver permesso a chiunque – basta che paghino – di intasare di tavolini ogni metro quadrato di campo, calle o fondamenta, dopo aver permesso di trasformare in albergo decine di edifici storici, adesso Venezia si candida a ospitare le olimpiadi. E dove? strutture olimpiche con vista sul bacino di San Marco o in campagna, fra i capannoni industriali di Marghera e i centri commerciali di Zelarino? Gare di nuoto nei bacini dell’Arsenale? a parte questo, davvero c’è qualcuno che crede che questa città sia in grado di sostenere un’olimpiade? e davvero pensano, loro, di essere in grado di gestirla e organizzarla, un’olimpiade? quanti anni ci hanno messo per tirare su il ponte di Calatrava? otto? dieci? e ancora è là con le impalcature, a più di un anno dall’apertura, per metterci l’uovo che dovrebbe portare di qua e di là i portatori di handicap. Questa è la città con la peggiore azienda di trasporti urbani dell’emisfero boreale: disorganizzata, insufficiente, pessima sotto tutti i punti di vista. E’ una città già in stato precomatoso con i normali flussi turistici, e  in coma profondo in occasioni come il carnevale o la notte del Redentore: figuriamoci cosa diventerebbe essendo la sede delle olimpiadi. Ma, come sempre, il miraggio dei sghei fa perdere il senso delle cose. Da mercanti a bottegai: anche questo è un segno palese della fine di una civiltà.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Venezia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Ma mi faccia il piacere!

  1. marcoboh ha detto:

    mi ricordo quando vidi lo stadio, dietro sant’elena. dissi, ma come fa uno stadio di calcio a stare qui? ma forse le olimpiadi le vogliono fare in terraferma? o costruendo isole artificiali? o su barconi? o è tutta una presa per i fondelli?

  2. Pingback: Siamo offesi, si sappia « winckelmann in venedig

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...